News

Sì del Consiglio di Stato al decreto sul canone Rai

//
Posted By
/
Comment0
/
Categories

Sì del Consiglio di Stato, al decreto dello Sviluppo sul canone Rai, che va alla firma e presto in Gazzetta Ufficiale. Da lì partirà la macchina della verifica dati che dovrebbe condurre a a elenchi attendibili di contribuenti da trasmettere alle aziende elettriche.

Il parere (peraltro non vincolante) sul decreto, chiave di volta dell’operazione “canone Rai nella bolletta elettrica” era stato sospeso con alcune osservazioni sulla mancanza di chiarezza per la privacy e per la definizione di apparecchio televisivo.

«L’Amministrazione – ha spiegato il consigliere Franco Frattini che presiede le Commissioni speciali incaricate di rendere i pareri sui provvedimenti normativi – ha accolto nella sostanza tutte le proposte del Consiglio di Stato e oggi c’è chiarezza in un atto già reso pubblico dall’Amministrazione sul proprio sito istituzionale».

Per quanto riguarda la definizione di apparecchio Tv, va ricodato che il Mise aveva redatto il 20 aprile scorso una nota (si veda il Sole 24 Ore del 22 aprile) con la quale si chiariva che l’apparecchio tv è quello in grado di ricevere, decodificare e trasmettere il segnale digitale terrestre o satellitare, direttamente o con decoder o sintonizzatore interno o esterno. Quindi gli apparecchi (tablet, pc, smartphone, eccetera) che non hanno un sintonizzatore non sono apparecchi tv. Chi vede le trasmissioni solo sul web in streaming non lo fa con un apparecchio tv e non deve pagare il canone.

Questo concetto, benché sollecitato dal Consiglio di Stato, non è stato direttamente inserito nel nuovo testo del decreto nel timore che temendo che potesse comportare un eccesso di delega. «Tuttavia – dice il Consiglio di Stato – quanto comunicato dall’Amministrazione (…) risponde in ogni caso alle finalità di chiarezza informativa sottese al rilievo formulato»

Sul resto, invece, piena soddisfazione: «C’è la certezza – ha spiegato Frattini – che se ci sono più apparecchi tv, il canone è uno solo. Si è ottenuto un importante arricchimento delle forme di pubblicità dei moduli dei documenti, delle istanze, di tutto ciò può essere utile al cittadino per accedere ai propri diritti. E infine tutti i dati del cittadino saranno trattati secondo la prescrizione del codice della privacy, sotto le istruzioni del garante». In particolare, la privacy verrà assicurata da un’informativa che arriverà a tutti i contribuenti con la prima bolletta elettrica con il canone Rai. È stato anche chiarito quanto anticipato dal Sole 24 ore nei giorni scorsi sui 14 milioni di compensi alle società elettriche, che non graveranno sui nuovi canoni Rai. Soddisfatto dell’esito il sottosegretario al Mise Antonello Giacomelli: «Non ho mai dubitato e ringrazio il Consiglio di Stato per il costruttivo contributo dato al percorso del decreto sul canone Rai in bolletta. Colgo anche l’occasione per esprimere la mia sincera gratitudine al Garante della Privacy e ai suoi collaboratori»

Informativa sulla privacy

Informativa sul Trattamento dei Dati Personali – Contatti e Preventivi

In osservanza di quanto previsto dal Regolamento UE 2016/679 e relativa normativa nazionale di adeguamento, forniamo all’Interessato le dovute informazioni in ordine alle finalità e modalità del trattamento dei dati personali per ciò che concerne i dati rilasciati nel modulo Contatti di questo sito web, nonché l’eventuale ambito di comunicazione e diffusione degli stessi.

Il trattamento dei dati è improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza, limitazione delle finalità e della conservazione, minimizzazione, esattezza, tutela con ogni mezzo legittimo dell’integrità, riservatezza e dei diritti previsti.

  1. Titolare del Trattamento (Responsabile e Incaricati)

Il Titolare del Trattamento è Studio Favretto & Associati, con sede in Piazza Brescia 17/5 – 30016 Jesolo, Italia, contattabile all’indirizzo info@studiofavretto.it .

Le operazioni di trattamento saranno effettuate da Incaricati designati dal Titolare del Trattamento, i quali operano sotto la sua diretta autorità nel rispetto delle istruzioni ricevute.

Il Responsabile della Protezione dei Dati (RPD – DPO) nominato internamente è: Favretto Filippo, contattabile all’indirizzo info@studiofavretto.it .

  1. Finalità

Informiamo l’Interessato che i dati personali, volontariamente forniti attraverso la compilazione on-line dei campi del modulo Contatti e del modulo Preventivi di questo sito web, saranno trattati esclusivamente per l’attività di invio preventivi e/o risposta per quanto dallo stesso richiesto e per finalità di legittimo interesse del Titolare del Trattamento.

Trattamenti dei dati per finalità diverse da quelle qui specificate non saranno effettuati se non previo consenso esplicito dell’Interessato e consegna della relativa informativa.

  1. Natura del conferimento dei dati

Il conferimento dei dati nei campi del modulo Contatti o del modulo Preventivi è facoltativo ad esclusione di quelli indicati come obbligatori. Quest’ultimi, infatti, sono necessari al raggiungimento delle finalità ed il rifiuto dell’Interessato a fornirli determinerà per il Titolare del Trattamento e relativi Incaricati  l’impossibilità di inviare le risposte e/o i preventivi richiesti.

  1. Modalità del Trattamento

I dati verranno trattati con strumenti informatici nel rispetto delle misure di sicurezza previste dalla normativa vigente.

I dati personali forniti dall’Interessato mediante la compilazione on-line dei campi del modulo Contatti o del modulo Preventivi in occasione dell’invio delle relative richieste, saranno conservati nel relativo applicativo esclusivamente per gli scopi sopra indicati.

Ai fini del presente paragrafo, il Titolare del Trattamento si impegna a osservare specifiche misure di sicurezza per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti e accessi non autorizzati, nel pieno rispetto delle norme di legge e dei regolamenti.

  1. Liceità

L’Interessato deve esprimere il consenso al trattamento dei propri dati personali per le finalità previste dalla presente Informativa per poter ricevere le informazioni e/o i preventivi richiesti.

  1. Comunicazione dei dati a terzi

I dati raccolti e trattati in riferimento a questa informativa non vengono comunicati a terze parti.

  1. Tempi della conservazione

I dati saranno archiviati per la durata di 2 anni dopo l’ultimo contatto, a meno che lo stoccaggio più lungo sia legalmente consentito per altri motivi o per il legittimo interesse del Titolare del Trattamento.

  1. Diritti dell’Interessato

L’interessato ha diritto di:

Per ulteriori informazioni sui diritti sulla privacy invitiamo l’Interessato a visitare il sito web dell’Autorità Garante: www.garanteprivacy.it .

L’Interessato che vuole esercitare un suo diritto deve utilizzare i contatti del Titolare del Trattamento.

CHIUDI